Beni culturali, protocollo d’intesa con il Ministero dell’Innovazione

di Enza La Frazia

scritto il

Saranno quattro i progetti di intervento previsti dal piano di intesa siglato dai ministri Brunetta e Bondi, che prevede l'innovazione del patrimonio dei beni culturali italiani

Altro progetto elaborato attraverso l’intesa è “MuseiD-Italia“, che riunisce strategicamente attività e programmi già esistenti nel campo del sistema museale in unico piano di attuazione, allo scopo di valorizzare i risultati perseguiti da ogni ente integrandoli in un contesto più ampio, quello di un vero e proprio “Sistema museale nazionale“. Il progetto prevede la digitalizzazione del patrimonio culturale, informato alle moderne tecniche di comunicazione sul web. Tra le altre iniziative spicca quella dei “Musei impossibili” e delle “Mostre impossibili“: l’idea è quella di ricomporre una sorta di museo virtuale, con percorsi di approfondimento per autori, correnti artistiche, periodo storico, riunendo opere fisicamente situate in luoghi diversi, che nella realtà, per motivi pratici o di sicurezza, sarebbe impossibile spostare dalla loro sede originaria e quindi ritrovare in un unico spazio espositivo.

Il terzo settore di intervento dell’intesa riguarda lo sviluppo di un sistema di certificazioni e vincolistica online, con il quale creare una banca dati del patrimonio vincolato accessibile via internet; sarà inoltre possibile ottenere certificazioni per via telematica, attraverso l’estensione del progetto “Vincolinrete“, un sistema telematico già accessibile ai notai per la sola visura dei vincoli dei Beni Culturali su beni architettonici e archeologici. Infine, il quarto progetto riguarda il completamento dell’evoluzione del protocollo informatico attualmente in uso, l’ESPI (Estensione del Protocollo Informatico), attuato con il sostegno del CNIPA, il quale ha messo a disposizione di tutti gli Uffici, centrali e periferici, un servizio di automazione d’ufficio che comprende la gestione documentale, dei flussi di lavoro e dell’iter dei procedimenti.

Il progetto, denominato “CulturAmica – ESPI 2“, comprende l’elaborazione di un sistema di erogazione di servizi online, quali la presentazione telematica di istanze di autorizzazione per procedimenti di gestione del personale e per l’attività di tutela del patrimonio. L’attuazione dell’intesa, assicura il Ministro Brunetta, riguarderà il 2009 e sarà in ogni momento possibile controllare il cronoprogramma e lo stato di attuazione di ciascuno dei quattro progetti del protocollo. Inoltre, al fine di assicurare la corretta e tempestiva attuazione degli interventi, i Ministri hanno convenuto di istituire un Comitato tecnico con funzioni di coordinamento, pianificazione e controllo.