E-gov nel nuovo Piano Industriale dell’innovazione

di Manuela De Antonis

scritto il

Presentato lo scorso 4 novembre a Roma il Piano industriale per l'innovazione del Governo durante un convegno promosso dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e Innovazione, Forum PA e Microsoft

Per quanto attiene la banda larga, è interessante leggere nel documento stesso come nonostante gli sforzi profusi per realizzare una rete efficiente e a copertura nazionale, la rete fisica è, ad oggi, sotto utilizzata ed obsoleta. Per la realizzazione della rete di prossima generazione è stimato un costo di 10-15 miliardi di euro. Naturalmente il costo non può essere sostenuto interamente né dallo Stato, né dalle imprese. Quindi, la PA darà un contributo decisivo allo sviluppo della banda larga con la digitalizzazione dei servizi ai cittadini e alle imprese, ma i fondi dovranno essere reperiti in project financing o co-financing, purchè vengano individuati servizi a larghissima diffusione, quali e-care, teleassistenza, infomobilità, entertainment.

Tra le prime iniziative per l’innovazione già avviate ci sono quelle che riguardano le scuole e gli Atenei. Risale, infatti, al 30 ottobre scorso la firma del protocollo d’intesa tra il Ministro Brunetta e il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Mariastella Gelmini, per la realizzazione di programmi di innovazione digitale nella scuola e nell’università.

Nella scuola il programma è finalizzato a incrementare l’efficacia e l’accessibilità dei sistemi di istruzione, semplificare le relazioni amministrative delle famiglie e studenti con le istituzioni scolastiche, nonché introdurre strumenti efficaci di cooperazione e monitoraggio per agevolare le politiche scolastiche, ottimizzare l’offerta formativa e contrastare il disagio giovanile. Tra i progetti previsti per le scuole, InnovaScuola, Scuola/famiglia via web, Anagrafe scolastica nazionale, La rete delle scuole.

Nell’università è finalizzato ad aumentare sia l’efficacia che l’accessibilità dei sistemi di istruzione universitaria, a rendere più semplici i processi amministrativi di famiglie e studenti che sono in contatto con le istituzioni universitarie, nonché realizzare la piena condivisione dei dati e automazione dei flussi amministrativi tra università, e tra università e le altre Pubbliche Amministrazioni centrali e locali, nel contesto del sistema pubblico di connettività. Tra le iniziative per gli Atenei: Servizi online per le Università, Università digitale.

I Video di PMI

Sanzioni per omessa Certificazione Unica