Spazio Libero, sito realizzato per e con disabili

di Redazione PMI.it

scritto il

Garantire ai cittadini disabili una partecipazione semplice e accessibile alle potenzialità offerte dalla Rete: è questo l'intento del portale "Spazio Libero"

Il portale rappresenta, quindi, uno sportello con cui la popolazione disabile del territorio regionale, supportata dalle famiglie e/o tutori, può fare domande, porre l’attenzione sulle proprie problematiche, ma soprattutto condividere le modalità con cui ciascuno di essi ha affrontato e risolto i disagi e gli ostacoli propri della loro quotidianità, in un quadro comune di accesso alle informazioni e alle risorse.

Il progetto è nato ed è frutto della collaborazione tra diverse risorse umane: Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia: Servizio e-government; Consulta regionale per i disabili Università degli Studi di Trieste; Università degli Studi di Udine; Comune di Pordenone. La Consulta Regionale delle Associazioni dei Disabili del Friuli Venezia Giulia, rappresentante istituzionale e politico di oltre cinquanta associazioni di categoria, è da sempre impegnata anche in ambito internazionale ed europeo nella diffusione e nella sensibilizzazione culturale e tecnico-scientifica nelle tematiche legate alle disabilità.

Il Comune di Pordenone possiede una ben radicata tradizione di sensibilità verso questo tipo di problematiche, vantando un’ampia offerta di servizi all’handicap. Mette così a disposizione la sua decennale esperienza, dovuta anche all’eterogeneità tipologica delle disabilità del comune, come emerge dai dati INPS, per cui a Pordenone il fattore disabilità risulta tra i più diffusi e trasversali. Il Servizio Assistenza Studenti Disabili dell’Università di Udine ha, invece, messo a disposizione degli altri partner le conoscenze maturate negli anni, relativamente alla gestione e all’assistenza degli studenti disabili dell’Università.

L’Università degli Studi di Trieste è in grado di fornire conoscenze e informazioni utili allo sviluppo del progetto che ha maturato grazie allo Sportello dei Disabili. Grazie all’Università di Trieste, è stato diffuso un questionario compilabile online all’interno del portale. L’obiettivo è di rilevare i bisogni dei cittadini disabili riguardo salute, studio e lavoro, da utilizzare come spunto per nuove proposte. Lo strumento del questionario è stato utilizzato anche nella fase preliminare, per effettuare un’analisi dei bisogni delle categorie a cui è rivolto il progetto.
La Consulta regionale e l’Università degli Studi di Udine hanno, infatti, svolto un’indagine sul territorio per mezzo di interviste e questionari che hanno evidenziato i fabbisogni dell’utenza coinvolta.

Ma cosa rende diversa l’accessibilità del portale Spazio Libero rispetto agli altri siti Web tradizionali, da parte dei disabili? Esistono, ovviamente, diverse tipologie di disabilità permanente, ognuna caratterizzata da differenti problematiche legate alla consultazione di un sito Web tradizionale. Il portale Spazio Libero presta attenzione a ciascuna di esse, proponendo versioni alternative risolutive delle principali difficoltà riscontrate da ciascun rappresentante della popolazione dei disabili.