Sistema Piemonte: l’ICT a Cossato

di Stefano Pierini

scritto il

Direttamente dall'Osservatorio ICT Piemonte una lodevole best practice di e-democracy: E-dem.Cossato, iniziativa della cittadina biellese inserita nel Sistema Piemonte

L’efficacia dell’iniziativa si basa sul modello organizzativo prescelto. Un gruppo di progetto con competenze tecniche e soggetti che garantiscono la rappresentanza del sistema economico cossatese. L’attenzione del mondo giovanile che vede nei nuovi strumenti informatici una risposta al loro vissuto quotidiano con la tecnologia informatica che spesso però è utilizzata in contesti eminentemente ricreativi. La possibilità per gli anziani (ove albergano competenze, vissuti storici) di essere ancora attivi e quindi di trasferire valore al territorio e alle nuove generazioni attraverso piccoli corsi operativi di alfabetizzazione informatica sull’uso di internet.

Ma gli strumenti dell’ICT hanno bisogno di gradualità nell’utilizzo e devono coesistere con le tradizionali forme di comunicazione e animazione. Pertanto per far interagire le varie componenti del progetto (esperti-popolazione) vengono attivati i forum dal “vivo” che alimentano le proposte dei cittadini e fungono da “ponte” verso i forum virtuali, creati all’interno del sito. La progettazione parallela “reale-virtuale” ha consentito di familiarizzare gli utenti con gli strumenti on line abbassando le normali resistenze psicologiche indotte dall’uso non abituale dell’ICT.

I dati di monitoraggio partecipativo segnalatici dal dott. Zanetti, responsabile dell’Ufficio Comunicazione del Comune, confermano il successo dell’iniziativa: 120 utenti registrati, 162 pagine di argomenti dei forum e dei blog costruibili dai cittadini, una media di quasi 3000 accessi settimanali al sito. L’attenzione dimostrata ha consentito inoltre l’invio automatico di una newsletter a tutti i visitatori del sito che lo richiedono, partendo da una sperimentazione del 2006 su un target ristretto.

La diversa collocazione della sede del mercato si è avvalsa dall’elaborazione cartografica del territorio comunale (con l’utilizzo del GIS) che attraverso elaborazioni matematiche ha potuto far visionare, con forum dal vivo, le varie indicazioni pervenute dai cittadini, tramite risposte su questionari compilati online, e pertanto consentire un supporto cognitivo fondamentale per le scelte di localizzazione.