Ristrutturazione del sito di un Comune di grandi dimensioni del Nord-Est

di Dario Masiero

scritto il

Da pagine statiche costruite artigianalmente a un sito moderno basato su un CMS professionale: il nuovo volto del portale comunale risorto dopo un attacco degli hacker

La scelta del CMS

I Content management system (CMS), letteralmente “sistema di gestione dei contenuti”, sono software per organizzare e facilitare la creazione collaborativa di documenti e altri contenuti.

Nel nostro caso a scelta era fondamentalmente di tipo “make or buy”. La possibilità di realizzare totalmente il CMS è stata subito scartata in quando il gruppo di lavoro principale, formato essenzialmente da 5 persone, non poteva sostenere un carico di lavoro simile. È stata scarta subito anche le possibilità di customizzare CMS Open Source come Mambo, sia perché non conformi alla legge Stanca sull’accessibilità, sia perché molto probabilmente il lavoro di costumizzazione sarebbe stato lo stesso notevole.

Si è quindi scelto di procedere all’acquisto di un CMS quanto più possibile corrispondente alle caratteristiche della Legge Stanca: anche per questo motivi si è deciso di scartare a priori le piattaforme sviluppate per le imprese, come ad esempio Vignette e le soluzioni Microsoft.

Alla fine la scelta si è ristretta a due prodotti:

  • e-quo: realizzato in java, crea siti accessibili per la sola parte pubblica. Costo di 5.000 euro.
  • Flexcmp: crea siti e portali rispettando le regole di accessibilità. Presenti molte informazioni e caratteristiche. Costo di 25.000 euro.

Nonostante la notevole differenza di prezzo (a cui va aggiunta la formazione), si è scelto FlexCMP in quanto è stato l’unico a rispettare molti dei requisiti della Legge Stanca anche per la parte di amministrazione, avendo inoltre molte più funzionalità rispetto a e-quo.

FlexCMP, opportunamente costumizzato, permette a circa un centinaio di redattori, con permessi differenziati caso per caso, di gestire le pagine dei propri sottositi con un buon grado di autonomia. L’applicazione per la gestione degli eventi permette inserimento di manifestazioni, mostre, film, e altro, in maniera manuale, semiautomatica o automatica. Nel front-end è possibile visualizzare gli eventi in modo sequenziale, per categoria, da calendario, oppure effettuare ricerche.

L’applicazione per la gestione delle emergenze permette l’inserimento di notizie riguardanti le emergenze della protezione civile, facendo in modo che, a seconda del grado di gravità dell’emergenza, cambi il layout, sia della homepage, sia delle pagine interne. Per ogni emergenza il sito può mostrare più notizie associate alla stessa. Le informazioni relative allo stato di emergenza possono apparire solo in alcune pagine, oppure in intere sezioni del sito. In funzione del livello di pericolo in corso, sono stati definiti tre codici: verde, giallo, rosso.

L’applicazione per la gestione dei banner è composta da una parte di pubblicazione (front-end), una parte di gestione ed amministrazione di inserzionisti, campagne, vetrine e banner (Back Office Amministrativo) ed infine una parte di gestione commerciale degli spazi pubblicitari disponibili e di accesso alle statistiche di consumo (Back Office commerciale). La pubblicazione dei banner avviene all’interno di contenitori chiamati vetrine. Una campagna è un insieme di banner afferenti ad un inserzionista. Nell’ambito di una pagina è possibile inserire una o più vetrine.

I Video di PMI

Sanzioni per omessa Certificazione Unica