Il Programma FAS nelle Marche

di Stefano Pierini

scritto il

Accrescere la competivitià del sistema economico, rilanciare il turismo e i beni culturali grazie all'ICT, qualificare i servizi socio-sanitari. Quetsi alcuni obiettivi del Programma FAS nelle Marche

Gli obiettivi specifici

Ecco quali saranno gli assi portanti dell’intervento del Programma nel settennio:
Obiettivo 1: costruire un’economia della conoscenza e incrementare la qualità del lavoro. Dotazione finanziaria di 9,9 milioni di euro.
Obiettivo 2: accrescere la competitività del sistema economico marchigiano. Dotazione finanziaria di 26,5 milioni di euro.
Obiettivo 3: perseguire la tutela e l’uso sostenibile delle risorse ambientali, territoriali e paesaggistiche. Dotazione finanziaria di 13,6 milioni di euro.
Obiettivo 4: potenziare le infrastrutture per la mobilità e la logistica. Dotazione finanziaria di 95,239 milioni di euro.
Obiettivo 5: valorizzare e promuovere il patrimonio, i beni e le attività culturali e la ruralità per lo sviluppo dell’attrattività del territorio e della qualità della vita. Dotazione finanziaria di 49,068 milioni di euro.
Obiettivo 6: qualificare i servizi socio-sanitari e consolidare l’inclusione sociale e la cittadinanza attiva. Dotazione finanziaria di 38,91 milioni di euro.

Sono previsti inoltre 7,2 milioni di euro per l’assistenza tecnica alla gestione tecnico-amministrativa del Piano. Nella precedente programmazione del FAS furono fatti essenzialmente Accordi di programma e le risorse finanziarie furono incentrate per più del 70% (circa 155 milioni di euro) sull’asse “Reti e nodi di servizio” che oltre ad interventi nel settore del trasporto furono impiegate nell’ambito dell’ICT. Di seguito sono analizzati alcuni obiettivi che prevedono delle ricadute su sperimentazioni o investimenti per favorire lo sviluppo della società della comunicazione.

Obiettivo 1

Gli interventi qui individuati rendono il FAS complementare alle azioni previste dal POR FSE, in quanto viene introdotta una linea di indirizzo con obiettivi di incrementare la qualità del lavoro e migliorare la formazione, che sono temi elettivi del FSE. L’integrazione avverrà attraverso il potenziamento di strumentazione laboratoriale a favore degli Istituti Tecnici, mentre in ambito universitario sono previsti, oltre alla costruzione di nuovi alloggi anche la realizzazione di nuovi spazi per la Ricerca.

Obiettivo 2

Le finalità qui individuate sono di carattere trasversale per accrescere la competitività del tessuto economico marchigiano. A tal fine esiste uno specifico sottobiettivo sulla riduzione del “Digital divide” e sostenere la massima diffusione di nuova tecnologia e servizi avanzati a favore delle imprese e dei cittadini. Lo sviluppo della banda larga nelle Marche prevede due step, uno fino al 2010 per connessioni fino a 4Mbps di velocità e un altro al 2012 per combattere il digital divide di seconda generazione con connessioni fino a 20 Mbps. Il FAS opererà proprio per questa seconda fase ed interesserà 77 comuni. Un’azione complementare all’infrastruttura tecnologica è l’innalzamento delle competenze attraverso l’introduzione di nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella PA grazie alla creazione di nuovi modelli gestionali (informatizzazione del bilancio, controllo gestionale), con l’integrazione dei dati fra le strutture regionali e quelle di società esterne interessate o vincitrici di gare di appalto. Altra possibilità di utilizzo di strumenti telematici è legata allo sviluppo dell’internazionalizzazione e all’attrazione di investimenti, ove viene proposta la digitalizzazione del Supply Chain Management (gestione della catena di fornitura) tra le imprese che già operano all’estero e lo sviluppo di piattaforme digitali di commercializzazione a livello internazionale.