Forum PA: successo confermato, parola d’ordine innovazione

di Giulia Gatti

scritto il

Si è chiuso il 15 maggio nella Nuova Fiera di Roma il Forum PA, la principale manifestazione fieristica e congressuale dedicata alla Pubblica Amministrazione. Grande affluenza di pubblico e soprattutto di operatori della PA

Il Master Diffuso è organizzato ripetendo le metodologie proprie dell’e-learning: un insieme di oggetti formativi di base (learning objects) raggruppati in moduli tematici, all’interno di un tema più ampio. Se l’aspetto della formazione è stato quindi valorizzato, non si poteva non pensare ai giovani e alle possibilità lavorative: infatti il Forum PA ha promosso il premio UniversiPA dedicato agli studenti in corso, laureandi o neolaureati e a chi frequenta un Master in discipline della comunicazione. Il premio finale è uno stage formativo presso uno dei soggetti partner del Forum: EPRComunicazione, Itinera srl, Ninjamarketing e Tomato Interactive ? ContactLab. Un modo, questo, di proporre un’attività concreta per dare spazio ai giovani in ambito lavorativo.

Un altro aspetto che il Forum PA ha tenuto in considerazione è stato il riconoscimento di chi attivamente lavora per migliorare e innovare la Pubblica Amministrazione, e per questo è stato istituito il Premio Protagonisti dell’Innovazione. Un premio gestito e deciso dai navigatori del sito Web, che hanno potuto votare i protagonisti dell’innovazione nella PA fino al 13 maggio. Le personalità da votare erano 118 tra amministratori/candidati, divisi in 5 macrocategorie: tecnologie, caccia agli sprechi, semplificazione, sanità, inclusione. Era possibile dare il proprio voto semplicemente accedendo al portale e lasciando il proprio indirizzo mail. Il 15 maggio è stato il Ministro della Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta a premiare, nel corso del convegno conclusivo di Forum PA 2008, i cinque finalisti del premio “Protagonisti dell’innovazione” (1 per ogni categoria e 1 assoluto) che potete trovare sul sito ufficiale del Forum PA.

La partecipazione, anche in questo caso, è stata alta: la categoria “più votata” è stata quella della Sanità con 8.570 voti complessivi. Sono 5.147, invece, i consensi ottenuti dalla sezione Sprechi; 5.005 i voti per la Semplificazione; 4.935 per le Tecnologie e, infine, 3.767 quelli destinati all’Inclusione.