Grid computing, un passo verso l’oriente

di Stefano Giovinazzo

scritto il

La rete del futuro sta crescendo in direzione Cina e India grazie al sostegno dell?Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Siamo sempre più vicini alla nuova rivoluzione dell'IT, il calcolo condiviso?

L’ambiente globale.

Presto infatti la rete Grid sarà la nuova frontiera della tecnologia delle comunicazioni. Tutto ciò sfruttando il web per amplificare e distribuire la potenzialità dei singoli grandi centri di calcolo.

Ogni utente potrà accedere a risorse di calcolo e data storage in modo semplice e trasparente, indipendentemente dalla dislocazione fisica sia delle risorse e dell’utente stesso. Queste reti permetteranno di condividere grandi risorse di calcolo e di accedere a banche dati di dimensioni ingenti.

L’idea del Grid Computing è quella di sfruttare al massimo l’uso dei server, sfruttando quel vuoto che si verifica in molte ore del giorno, per operazioni di calcolo ed elaborazione dati che vedano coinvolti migliaia di server in tutto il mondo, superando qualsiasi barriera fisica di elaborazione dati di un qualunque server oggi disponibile.

Grid, una convenienza.

Usare Grid conviene di sicuro. Le peculiarità e le funzionalità di cui dispone la nuova rete sono evidenti. Sarà possibile infatti condividere il lavoro, così come il Web ha permesso di condividere l’informazione. Ecco le caratteristiche della rete Grid:

  • permette di accedere ed utilizzare, in modo semplice e trasparente, risorse virtualmente illimitate di calcolo e data storage in rete;
  • permette di utilizzare le risorse locali come “moneta di scambio” con gli altri partner in GRID;
  • permette di creare Organizzazioni Virtuali (VO) tra gruppi ed entità reali che perseguono un obiettivo comune;
  • permette un elevato standard di sicurezza grazie al sistema di certificazione per l’accesso alle risorse di calcolo e di data storage condivise da una VO.

Oltre a ciò l’uso di Grid potrà essere applicato per la gestione e la risoluzione di problemi con forte impatto sociale, come le previsioni meteorologiche e del traffico, la gestione delle risorse critiche del pianeta, la medicina.