Emissione BTP Futura: scheda informativa, nota tecnica e FAQ

di Redazione PMI.it

scritto il

La Scheda Informativa e la Nota Tecnica per la terza emissione del BTP Futura, online assieme alle FAQ: guida al titolo di stato per piccoli risparmiatori.

Online  la Scheda Informativa e Nota Tecnica relative alla terza emissione del BTP Futura, il titolo di Stato riservato al risparmiatore retail, collocato da lunedì 19 aprile a venerdì 23 aprile 2021 (fino alle ore 13.00), salvo chiusura anticipata.

  • Il titolo avrà una scadenza di 16 anni e un doppio premio fedeltà: premio intermedio dopo i primo 8 anni pari al 40% della media del tasso di crescita del PIL nominale registrato nei primi otto anni (con un minimo dello 0,4% del capitale investito fino ad un massimo dell’1,2%); dopo i successivi 8 anni premio finale composto da due componenti, la prima pari al restante 60% della media del tasso di crescita del PIL registrato nei primi otto anni del titolo (minimo 0,6% e massimo 1,8%) e la seconda pari al 100% della media del tasso di crescita del PIL registrato dal nono al sedicesimo anno (con un minimo dell’1% e un massimo del 3% del capitale investito).
  • Struttura a cedole semestrali calcolate in base a tassi prefissati per i primi 4 anni e crescenti ogni 4 anni dall’ottavo anno in poi (meccanismo step-up).
  • La serie dei tassi cedolari minimi garantiti sarà comunicata il giorno venerdì 16 aprile 2021, mentre i tassi cedolari definitivi saranno annunciati alla chiusura del collocamento e non potranno essere inferiori ai minimi garantiti comunicati all’avvio del collocamento. Il tasso cedolare dei primi 4 anni resterà invariato, mentre in base alle condizioni di mercato potranno essere rivisti a rialzo solo i tassi successivi al primo.
  • Il collocamento del titolo – alla pari (prezzo 100) attraverso la piattaforma elettronica MOT di Borsa Italiana – avvine per il tramite di Intesa Sanpaolo e Unicredit. Il collocamento non prevede riparti, né sarà applicato un tetto massimo. L’eventuale chiusura anticipata non potrà avvenire prima di mercoledì 21 aprile.
  • Al sottoscrittore non vengono applicate commissioni per il collocamento, mentre sul rendimento del titolo si continuerà ad applicare la tassazione agevolata sdel 12,5% e l’esenzione dalle imposte di successione come per gli altri Buoni del Tesoro Pluriennali.

Documenti correlati