Tratto dallo speciale:

La UE taglia le norme superflue: le Pmi risparmiano 30 mld

di Noemi Ricci

scritto il

Un risparmio di 30 miliardi di euro per le Pmi grazie al pacchetto semplificazioni approvato dalla Commissione UE. Focus su fatturazione elettronica e IVA, con risparmi per 18 mld

Nuova iniziativa della Commissione europea volte a ridurre costi e oneri superflui, amministrativi e burocratici, sulle spalle delle imprese. Obiettivo, renderle più produttive grazie ad un taglio delle norme inutili pari al 25% entro il 2010.

Il pacchetto di misure adottato ieri dalla Commissione europea ha eliminato in una volta sola il 10% delle norme: 1300 atti legislativi per oltre 7800 pagine di testi. Tra le novità, anche una revisione normativa sull’IVA.

Un’azione volta a promuovere l’adozione della fatturazione elettronica e a sostenere gli Stati membri nella lotta contro le frodi fiscali.
L’operazione si dovrebbe tradurre in un risparmio per le Pmi di ben 18 miliardi l’anno in materia di IVA e di oltre 30 miliardi a livello globale.

La fatturazione cartacea ha ormai fatto il suo tempo e le regole utilizzate finora, troppo complicate e diverse da Paese a Paese, pesano troppo sulle aziende e facilitano le frodi. Questo l’assunto della Commissione.

Il primo passo del nuovo corso, dunque, consiste nell’estendere la fatturazione elettronica e nel metterla sullo stesso piano delle fatture cartacee. Secondariamente, pensando alle Pmi la Commissione valuterà sull’opportunità di poter ricorrere a fatture semplificate per importi fino a 200 euro.

 

I Video di PMI

Sollecito pagamento fatture