Intesa tra Ministro PA e Regione Campania

di Enza La Frazia

scritto il

Firmato il protocollo d'intesa tra il Ministero per la Pubblica amministrazione e l'Innovazione e la Regione Campania per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione

In seguito potremo assistere alla istituzione della vera e propria Carta d’Identità Elettronica, il documento di identificazione destinato a sostituire la carta d’identità cartacea, la quale andrebbe ad includere anche tutti i servizi già offerti dalla Carta dei Servizi. Altro fondamentale ambito d’azione dei protocolli d’intesa è l’integrazione delle banche dati dei vari enti pubblici, in particolar modo le anagrafi ed il catasto, destinato a diventare digitale, realizzando l’interoperabilità tra i sistemi presenti nei Comuni ed i sistemi dell’Agenzia del Territorio.

Si prevede, inoltre, la realizzazione ed il potenziamento di numerosi servizi interattivi, ad esempio la trascrizione telematica verso registi pubblici da parte delle imprese e l’accesso degli enti locali al Registro delle Imprese direttamente per via telematica. Per l’accesso a tali servizi da parte dei cittadini, naturalmente, è in cantiere prima di tutto la realizzazione di infrastrutture che permettano la diffusione della banda larga, per il quale è stato istituito un tavolo che riunisce il Governo regionale della Campania con il Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, il Ministero degli Affari Regionali e delle Autonomie Locali ed il Ministero delle Attività Produttive.

È stato, inoltre, avviato il cosiddetto progetto C.A.P.S.D.A. (Centro Accesso Pubblico ai Servizi Digitali Avanzati), che prevede l’attivazione di circa 70 sedi in tutto il territorio campano nelle quali sarà consentito l’accesso alla rete della Pubblica Amministrazione ai cittadini, se necessario con l’aiuto di un tutor. La realizzazione degli obiettivi posti per la digitalizzazione del Paese passa necessariamente per l’applicazione del Codice della Pubblica Amministrazione Digitale (D. lgs. 7 marzo 2005, n. 82), di cui il progetto in questione costituisce una strategia d’attuazione. Strumenti per tale applicazione sono soprattutto la cooperazione tra i sistemi informativi della Pubblica Amministrazione e la dematerializzazione dei documenti. Grazie alla prevista diffusione della banda larga, infatti, sempre più cittadini avranno accesso ai servizi ed alle informazioni della Pubblica Amministrazione online; attraverso la cooperazione applicativa delle amministrazioni sul Sistema Pubblico di Connettività (S.P.C.), cioè la rete che collega tra loro tutte le amministrazioni pubbliche italiane, consentendo di condividere dati e risorse informative, l’utente potrà accedere ad ogni servizio attraverso un’interfaccia unica.

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso