Bonus fiscali: Guida allo sconto in fattura

di Redazione PMI.it

scritto il

La cessione dei crediti al fornitore tramite sconto in fattura nelle Guide fiscali su ristrutturazioni edilizie e sisma bonus: nuovo aggiornamento di fine luglio.

Nuovo aggiornamento delle Guide fiscali dell’Agenzia delle Entrate su detrazioni ristrutturazioni edilizie e sisma bonus: vengono inserite le indicazioni contenute nel provvedimento dello scorso 31 luglio, che sostanzialmente riguardano la possibilità di cedere il credito ai fornitori. Si tratta di una novità prevista dal dl 34/2019.

Sconto in fattura

In pratica, invece di utilizzare la detrazione per interventi di riqualificazione energetica oppure per lavori antisismici, il contribuente può decidere per uno sconto sul corrispettivo dovuto al fornitore, di ammontare pari alla detrazione. Il fornitore verrà rimborsato tramite credito d’imposta, da utilizzare esclusivamente in compensazione. In alternativa, può cedere a sua volta il credito d’imposta ai propri fornitori (i quali invece non possono effettuare ulteriormente questa operazione).

Bonus Ristrutturazione

Per quanto riguarda le ristrutturazioni edilizie, la Guida sottolinea che, in base alle modalità attuative previste dal provvedimento di fine luglio, la cessione va comunicata all’Agenzia delle Entrate entro il 28 febbraio dell’anno successivo. Nel caso in cui i lavori riguardino parti comuni degli edifici, la comunicazione va effettuata all’amministratore di condominio (con le stesse tempistiche, quindi entro il 28 febbraio successivo all’operazione).

Sisma Bonus

Stesse tempistiche per il sisma bonus, con l’eccezione delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2018: in questo caso, la comunicazione va effettuata dal 16 ottobre al 30 novembre 2019. Il credito ceduto è reso disponibile al cessionario, per l’accettazione e l’utilizzo in compensazione, o per la successiva cessione, a decorrere dal 10 dicembre 2019.

Cessione del credito

In entrambi i casi, non si può cedere il credito a banche e istituti finanziari. Una differenza riguarda invece l’utilizzo del credito da parte del cessionario: in dieci quote annuali per quanto riguarda il bonus ristrutturazioni, in cinque quote se i lavori sono antisismici.

Sottolineiamo infine che la guida sul sisma bonus contiene anche le modalità attuative della cessione del credito in caso di acquisto di case antisismiche nelle zone a rischio 1, 2 e 3: stesse tempistiche, quindi comunicazioni al Fisco entro il 28 febbraio, oppure fra il 16 ottobre e il 30 novembre prossimi per le operazioni realizzate entro fine 2018.