Scontrino fiscale con le stampanti digitali Epson

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Le stampanti Epson FP-81II e FP-90III permettono di emettere lo scontrino fiscale in formato cartaceo e digitale, consentendo così anche l’archiviazione in conformità  alle modalità  definite dal legislatore: per i commercianti è quindi un innovativo servizio e a norma di legge. Gli esercenti, infatti, possono utilizzare gli scontrini fiscali digitali non solo a garanzia dei prodotti ma anche per la detrazione fiscale in dichiarazione dei redditi, la nota spese digitale e la conservazione dei report della stampante.

La versione digitale dello scontrino viene inviato tramite un indirizzo di posta elettronica programmabile verso un server autorizzato all’archiviazione e conservazione (es.: ScontrinoSicuro.it). La sicurezza dei dati sensibili è assicurata da una procedura che garantisce un’adeguata protezione delle informazioni nelle varie fasi di trasmissione.

La stampante FP-81II offre un database che può contenere fino a 10 anni di dati fiscali e fino a 20.000 codici prodotto: un potente processore fiscale da 400 MHz consente agli utenti dei settori vendita e ricettività  di produrre in breve tempo anche rapporti fiscali di considerevoli dimensioni.

La stampante FP-90III è invece caratterizzata da un hub integrato che consente il controllo di stampanti Epson TM o FP tramite comandi XML: può ricevere comandi XML da applicazioni web e comunicare direttamente con browser che supportano il protocollo HTML 5.

Entrambe le stampanti sono dotate di interfaccia Ethernet (opzionale per FP81II) e Wi-Fi (opzionale per entrambe) che consente di creare rapporti fiscali tramite controllo remoto. L’interfaccia Ethernet consente di collegare diverse stampanti a una rete, invece che a diversi PC, facilitando la gestione dei lavori.