Tutele crescenti e reintegro disabili

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Liliana chiede

Sono in categoria protetta, assunta da poco con un contratto a tempo indeterminato. Dopo il Jobs Act è possibile essere licenziata illegittimamente senza obbligo di reintegro, anche se sono disabile?

Barbara Weisz risponde

Le regole sul licenziamento dei dipendenti con disabilità sono in linea generale le stesse che si applicano agli altri lavoratori: ci sono alcune norme specifiche che vanno comunque applicate, ad esempio in caso di ristrutturazioni aziendali, per cui l’impresa è comunque tenuta a mantenere  le quote minime previste di lavoratori disabili in relazione al numero totale dei dipendenti (legge 68/1999).

Per il resto, per rispondere con precisione alla sua domanda, si applicano le regole previste dal Jobs Act in materia di tutele crescenti.

Come noto, non prevedono più il reintegro in caso di licenziamento illegittimo per giustificato motivo, ma il pagamento di un somma risarcitoria in denaro.

=> Risarcimento licenziamenti: decide il Giudice

Ci sono poi una serie di regole per cui, in alcuni casi, continua ad applicarsi il reintegro. Che, lo sottolineiamo, resta quando il licenziamento è stato motivato da giusta causa ma poi ritenuto illegittimo. E in tutti i casi di licenziamento discriminatorio o riconducibile ad altri casi di nullità.