Tempistiche iter di cessione Superbonus

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Alessio chiede

In un vostro articolo leggo che scegliendo la cessione senza finanziamento si otterrà un rimborso immediato dalla banca, subito dopo aver pagato l’impresa edile. In base al provvedimento delle Entrate dell’8 Agosto, però, l’iter per ottenere l’accesso al Superbonus è molto più  lungo e non immediato: potreste darmi dei chiarimenti riportando i vari step, la norma che li regola e le tempistiche associate?

Barbara Weisz risponde

Le confermo che la cessione del credito senza finanziamento prevede in genere tempi più veloci. Le tempistiche dipendono dalle offerte dei singoli istituti di credito, ci sono casi in cui effettivamente questa operazione prevede il versamento entro pochi giorni.

La cosa fondamentale è la documentazione che bisogna presentare per cedere il credito alla banca. Mi spiego meglio: il momento che definisce il diritto all’operazione è quello in cui la banca dà l’ok definitivo, in base alla documentazione presentata (non il momento in cui viene pagato il fornitore).

La documentazione spesso cambia a seconda della tipologia di cessione richiesta (inizio, avanzamento o fine lavori). E in effetti può richiedere tempi non brevissimi, perché i documenti sono parecchi (per legge, ci vogliono specifiche asseverazioni dei tecnici). Le ripeto: i tempi brevi decorrono dal momento in cui il richiedente ha presentato la domanda completa di tutti i documenti richiesti e la banca la accetta definitivamente.

La fase istruttoria della pratica, invece, può richiedere tempo. Spesso le banche offrono anche specifici servizi di consulenza che aiutano in questo senso.

Infine, un precisazione sul provvedimento delle Entrate dell’8 agosto (aggiornato da un nuovo provvedimento del 12 ottobre con la nuova modulistica).

Il contribuente che sceglie la cessione del credito deve effettuare specifica comunicazione al Fisco, utilizzando le procedure descritte nei provvedimenti citati. Ma questo è un passaggio diverso rispetto alla richiesta del finanziamento. La comunicazione serve  chi ha comprato il credito, o ha effettuato lo sconto in fattura, per utilizzare l’agevolazione fiscale. Ma non mi pare che in genere sia un documento che le banche richiedono per l’operazione di cessione del credito.