Superbonus e Tax credit Alberghi: detrazioni a confronto

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Mirella chiede

Perché agli alberghi spetta solo il 60% di detrazione invece del 110% per i lavori di riqualificazione?

Barbara Weisz risponde

Perché si tratta di due agevolazioni diverse. Il Superbonus per le riqualificazione energetiche degli edifici al 110% spetta esclusivamente alle persone fisiche e ai condomìni, mentre esclude gli immobili nell’esercizio dell’attività d’impresa come gli alberghi. Il Superbonus 110 è previsto dall’articolo 119 del decreto Rilancio (dl 34/2020) e interessa sostanzialmente gli edifici residenziali, pertanto non ammette l’applicazione alle strutture ricettive.

Il bonus alberghi, invece,  che è un credito d’imposta al 65% previsto per gli anni 2020 e 2021 dal decreto Agosto (articolo 79 del dl 104/2020). Sostanzialmente, il provvedimento ha reintrodotto un’agevolazione che era stata applicata per la prima volta nel 2014 al 30% ed è poi stata prorogata.

In base alla norma attualmente in vigore, il tax credit alberghi  è al 65% fino a un tetto massimo di 200mila euro, è utilizzabile esclusivamente in compensazione, senza ripartizione in quote annuali. Possono utulizzare il Bonus Albeghi anche agriturismi, strutture ricettive all’aria aperta, stabilimenti termali (anche per la realizzazione di piscine e acquisizione di attrezzature per lo svolgimento delle attività. Sono ammessi interventi di ristrutturazione edilizia (manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia), di eliminazione barriere architettoniche, di incremento dell’efficienza energetica e lavori antisismici.