Superbonus 110 in condominio bifamiliare: anche senza consenso?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Giovanbattista chiede

In un condominio bifamiliare, uno dei due propietari può eseguire lavori agevolati con il Superbonus 110% solo per la parte comune? Di quali interventi agevolati può usufruire senza il consenso dell’altro proprietario della parte comune?

Barbara Weisz risponde

Mi pare che nel caso da lei esposto si possano realizzare diversi interventi ammessi al Superbonus. Nel vostro caso mi pare che l’aspetto rilevante sia il meccanismo decisionale in assemblea.

Trattandosi di un condominio, bisogna capire in che modo in genere gestite le deliberazioni. Se avete i millesimi minimi previsti per far passare la delibera, potete procedere. In caso contrario, o fate l’intervento solo sul vostro immobile (ipotesi ammessa) oppure nulla vieta di pagare interamente quello sull’intero edificio.

  • Per quanto riguarda l’isolamento termico delle superfici, potete effettuare l’intervento se ha con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo. Se la vostra unità immobiliare è comunque indipendente (non mi pare in base a quello che scrive, lei parla di un condominio bifamiliare, in ogni caso lo segbnalo), ovvero dispone di uno o più accessi autonomi dall’esterno, potete comunque effettuare l’intervento sul vostro appartamento.
  • Per quanto riguarda la climatizzazione, credo che possiate anche in questo caso svolgere i lavori, nel senso che l’agevolazione si applica alla sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento e/o il raffrescamento e/o la fornitura di acqua calda sanitaria anche agli interventi sulle parti comuni degli edifici residenziali in condominio o composti da 2 a 4 unità distintamente accatastate possedute da un unico proprietario o in comproprietà.