Split Payment e versamenti IVA

Risposta di

Valerio Ottaviani

scritto il

Rosaria L. chiede

L’IVA commerciale trattenuta al fornitore per un servizio reso al Comune va versata all’Erario oppure no? Quella istituzionale la verso regolarmente, il mese successivo, con F24.

Valerio Ottaviani risponde

La Legge 23.12.2014 n. 190, all’art. 1, comma 629, lett. b) ha introdotto nel D.P.R. 26.10.1972 n. 633, l’art. 17-ter riguardante il meccanismo della scissione dei pagamenti (c.d. split payment). Tale meccanismo si applica alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi effettuate, nel territorio dello Stato, nei confronti della Pubblica Amministrazione. Come chiarito dalla Circolare 15/E del 13.04.2015, lo split payment è applicabile a tutti gli acquisti effettuati dalle Pubbliche Amministrazioni indicati nella norma, sia in ambito non commerciale sia nell’esercizio di attività d’impresa, seppur con modalità di versamento differenti.

=> Split payment, guida alla nuova disciplina

In merito al quesito posto, ci viene in aiuto sia l’art. 5 del Decreto del Ministero dell’economia e delle finanze del 23.01.2015 il quale, al comma 1, stabilisce che in caso di acquisti di beni e servizi da parte delle Pubbliche Amministrazioni durante lo svolgimento di attività commerciali, le relative fatture vanno annotate nel registro di cui agli art. 23 o 24 del DPR 633/72 e, al comma 2, che l’imposta dovuta partecipa alla liquidazione periodica del mese o, eventualmente, del relativo trimestre.

Da ciò, la Circolare 15/E del 13.04.2015 specifica che, in seguito agli acquisti effettuati in qualità di soggetto passivo ed alla successiva liquidazione periodica dell’IVA, l’Ente pubblico potrebbe sia essere debitore d’imposta e dunque obbligato ad effettuare il versamento con i normali codici tributo dell’IVA periodica oppure, in seguito alla compensazione con altri crediti IVA, essere in credito.

=> Rimborsi IVA con accredito sul conto

Dunque partecipando alla normale liquidazione IVA, il versamento è dovuto solo in caso di risultato della stessa a debito.

Studio Valerio Ottaviani – Dottore Commercialista, Revisore Legale