Simulazione APE Volontaria

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Vincenzo chiede

Nella compilazione dei dati per la simulazione di APE Volontaria, mi è richiesto l’importo della pensione futura: desideravo sapere se mettere l’importo lordo o netto.

Barbara Weisz risponde

Nel simulatore INPS bisogna inserire l’importo lordo, ma non della pensione futura. Bisogna indicare l’importo della pensione maturata nel momento in cui presenta la domanda di APE Volontaria. Tenga presenta che la cifra deve essere pari ad almeno 1,4 volte il minimo, al netto della rata di ammortamento del prestito.

Il minimo è pari a 501,89 euro, quindi bisogna aver maturato una pensione pari ad almeno 702 euro, al netto della rata di ammortamento. Significa che di fatto l’importo deve quindi essere più alto. In linea generale se lei ha una pensione intorno ai 900 euro, può chiedere l’APE nella misura e nella durata massima di tre anni e sette mesi, mentre se l’importo è più basso con ogni probabilità dovrà chiedere il beneficio previdenziale per un periodo più breve, oppure in misura inferiore. Il simulatore INPS indica, in base alle cifre che lei inserisce, l’importo di APE che lei può richiedere.

Le ricordo quali sono i massimi di APE richiedibile:

  • il 90% della pensione se la durata di erogazione dell’APE è inferiore a 12 mesi;
  • l’85% se la durata è fra 12 e 24 mesi;
  • l’80% se chiede un trattamento fra 24 e 36 mesi;
  • il 75% se la durata è superiore ai 36 mesi.

Ci sono anche degli altri paletti da rispettare: la somma delle rate di ammortamento dell’APE e di altri eventuali prestiti in corso non può superare il 30% della pensione, questa volta al netto delle trattenute fiscali.