Reversibilità per figli all’estero

Risposta di

Redazione PMI.it

scritto il

Alfredo chiede

Mio fratello, mancato un anno fa, aveva una pensione di invalidità. La moglie divorziata ha ottenuto una pensione di reversibilità indiretta. La figlia di 12 anni, regolarmente riconosciuta, ha diritto ad un contributo? Come fare dato che vive in Ungheria?

Redazione PMI.it risponde

In caso di decesso di un genitore, hanno diritto alla pensione di reversibilità, o pensione ai superstiti, coniuge e figli minori, indipendentemente dalla loro indipendenza economica. Spetta anche ai figli maggiorenni se non svolgano attività lavorativa, risultino a carico del genitore deceduto al momento del decesso e rientrino nelle seguenti categorie:

  • inabili, indipendentemente dall’età;
  • studenti fino a 21 anni in caso di frequenza di scuola media o professionale;
  • studenti universitari per tutta la durata del corso legale di laurea, ma non oltre il 26° anno di età.

Credo che il fatto che la bambina viva all’estero non sia di ostacolo al riconoscimento della pensione di reversibilità, essendo previsto, ad esempio, che possa fruirne anche il figlio maggiorenne iscritto ad un corso di studio estero, purché sussista l’equipollenza con i corrispondenti corsi di studio in Italia.

Fonte: INPS.