Requisiti contributo a fondo perduto: calcolo calo di fatturato

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Aldo chiede

Il comma 4 dell’art. 25 del Decreto Rilancio pone come condizione per l’accesso al contributo a fondo perduto che la differenza tra il fatturato di aprile 2020 e quello di aprile 2019 sia per lo meno inferiore di un terzo. Come devono comportarsi le imprese che nel mese di aprile 2019 non hanno fatturato?

Barbara Weisz risponde

Per accedere al contributo a fondo perduto riservato a PMI, autonomi e titolari di reddito agrario, è necessario poter confrontare il dato di fatturato/corrispettivi di aprile 2019 con quello di aprile 2020, così da comprovare la riduzione superiore a un terzo di fatturato o corrispettivi.

Se l’impresa era già attiva prima di gennaio 2019, quindi, qualunque sia il motivo del mancato fatturato nell’aprile scorso (compreso un periodo di difficoltà o chiusura), in base al testo letterale della norma non si può accedere al sussidio perchè, non rispettando il requisito specifico, non è dimostrabile che le difficoltà attuali siano legate all’emergenza Coronavirus.

Sembra un paradosso per un’azienda in difficoltà, lo capisco, ma la ratio dello strumento straordinario è di limitarne il raggio d’azione a quelle situazioni venutesi a creare in stretta connessione con la pandemia.

Più fortunate le Startup e le nuove Partite IVA che hanno iniziato l’attività successivamente al primo gennaio 2019: in base all’articolo 25 del dl 34/2020, in questo caso l’unico requisito per avere diritto al contributo a fondo perduto è rappresentato dal tetto massimo di fatturato 2019, che non può superare i 25 milioni di euro.