Reddito di Emergenza: come funziona il rinnovo?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Donatella chiede

Quando si può rifare la domanda per avere il Reddito di Emergenza? Non avendo i requisiti ISEE per il reddito di Cittadinanza (convivendo con mia madre), devo comunque mantenere un figlio. Ci sono alternative?

Barbara Weisz risponde

Il Reddito di Emergenza è stato rinnovato dal Decreto Sostegni, che ha previsto tre nuove mensilità per il 2021, per marzo, aprile e maggio. Gli importi sono gli stessi già previsti l’anno scorso, quindi possono andare da 400 a 800 euro al mese per un totale (relativo alle tre mensilità previste) che va da 1200 a 2.400 euro.

La domanda va presentata all’INPS entro il prossimo 30 aprile, si attendono le istruzioni dell’Istituto previdenziale (prevedibilmente in temi brevi vista la scadenza di presentazione, che è prevista dal decreto).

=> Reddito di Emergenza: requisiti 2021 nel DL Sostegni

Da quello che scrive, mi pare di capire che lei avesse già i requisiti per il REm, quindi se la sua situazione non è cambiata è ricompresa anche fra gli aventi diritto delle nuove quote 2021. In ogni caso, le ricordo brevemente i requisiti:

  • reddito familiare relativo a febbraio 2021 inferiore all’ammontare del REm spettante: questa soglia è aumentata di un dodicesimo del canone di locazione per chi vive in affitto;
  • assenza nel nucleo familiare di destinatari dei nuovi bonus previsti dal DL Sostegni per stagionali, per lavoratori dello spettacolo e dello sport, o particolari forme di lavoro autonomo senza partita IVA;
  • residenza in Italia,
  • patrimonio mobiliare 2019 fino a 10mila euro, a cui si aggiungono 5mila euro per ogni componente successivo al primo fino a un massimo di 20mila euro (soglia aumentata di 5mila euro per ogni componente in condizione di disabilità grave o non autosufficienza);
  • ISEE fino a 15mila euro.

=> Reddito di Cittadinanza e di Emergenza: cambiano le regole

Restano confermate le esclusioni già previste nel 2020 per i titolari di pensione, di reddito da lavoro dipendente, o di reddito di cittadinanza.