Redditi diversi e quota 100

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Franco chiede

Volevo sapere se i ” redditi diversi” (compensi sportivi non considerati un reddito fiscalmente imponibile al di sotto dei 10.000 €) sono compatibili con quota 100 se il loro ammontare è al di sotto dei 10.00 € .

Barbara Weisz risponde

Credo che i redditi da lei citati siano compatibili con la quota 100 se restano al di sotto dei 5mila euro annui. Questo, fino al compimento dell’età per la pensione di vecchiaia. Le consiglio di fare ulteriori verifiche, perché la sua è una domanda molto specifica.

Però, in base alla circolare INPS 117/2019, che riguarda esattamente la compatibilità dei redditi da lavoro con la quota 100, non mi pare che i redditi diversi derivanti da attività sportivo si possano considerare fra quelli che non rilevano ai fini dell’incompatibilità con la quota 100.

=> Opzione Donna, APE Social e Quota 100: le novità 2020

MI spiego meglio: la quota 100 esclude la possibilità di sommare redditi da lavoro, con l’unica eccezione di redditi derivanti da attività autonoma occasionale che devono restare al di sotto dei 5mila euro annui. La circolare INPS sopra citata fornisce una serie di chiarimenti, e fra le altre cose elenca i redditi che non rilevano ai fini di questa incumulabilità (ad esempio, redditi da impresa non connessi ad attività di lavoro, piuttosto che i compensi dei giudici di pace e via dicendo). Fra questi, non ci sono i compensi per attività sportive.

Non escludo che si possano comunque cumulare, ad esempio nel caso in cui non siano considerati redditi da lavoro. Ma ripeto, è un aspetto molto specifico, che le consiglio quindi di approfondire ulteriormente.