Quale definizione di PMI per progetti e bandi?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Grazia chiede

Siamo una piccola Società in provincia di Asti. Il nostro Capitale Sociale ammonta ad Euro 10.400. Al momento siamo 7 dipendenti , con un fatturato annuo di circa 850.000 Euro. Nel Luglio del 2020 la quota maggioritaria della ns. Società è stata acquistata da una Società svizzera, che ha un suo fatturato annuo di circa €. 1.400.000. L’attività della Società acquirente è nettamente distinta dalla nostra. Siamo a conoscenza del fatto che la Società svizzera possiede altre quote in altre Società (non PMI). Siamo in corsa per un progetto approvato nell’ambito di un Bando Regionale. Ci è stato comunicato al momento da Finpiemonte che non possiamo procedere nella ricerca in quanto non risultiamo più PMI. L’argomento è controverso e possiamo opporci. Vorremmo capirne di più. Potete aiutarci?

Barbara Weisz risponde

Nel vostro caso, si sommano i parametri (numero dipendenti, fatturato) anche della controllante, e di conseguenza non rientrare più nella definizione di PMI prevista dalla normativa UE (che in genere rappresenta il riferimento per partecipare ai bandi).

Mi spiego meglio: in base alla definizione comunitaria, recepita dall’Italia con decreto del 18 aprile 2005, un PMI è tale quando rientra in determinati parametri: fino a 250 dipendenti e 50 milioni di fatturato, oppure 43 milioni di totale bilancio annuo.

La stessa norma prevede però che, se c’è un’impresa socia almeno al 25%, le due aziende si considerino collegate. E, nel caso di imprese collegate, i dati di riferimento sono quelli del bilancio consolidato. Anche se la controllata non è consolidata, quindi i conti restano separati, ai fini della definizione di PMI si sommano comunque i dati di occupati e fatturato o del totale di bilancio delle due imprese.

Nel caso da lei descritto, fra l’altro, l’impresa che ha acquistato la partecipazione è una vera e propria controllante, perché ha più del 50% del capitale, di conseguenza rientra nella casistica delle società collegate. Ed evidentemente, anche in baso a quanto lei scrive, sommando dipendenti e fatturato delle due imprese non rientrate nei paletti previsti dalla normativa per essere una PMI.