NASpI senza proroga

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Marcella chiede

Dopo la scadenza dei 24 mesi di NASpI mi avevano detto che la stessa si poteva prorogare per altri 6 mesi: è vero?

 

Barbara Weisz risponde

In realtà, al Naspi dura al massimo 24 mesi.

Fino alla fine del 2017, era possibile prolungare di altri 6 mesi la fruizione degli ammortizzatori sociali utilizzando l’ASDI, un assegno sociale di disoccupazione che veniva riconosciuto a chi, avendo terminato appunto la NASPI, continuava a trovarsi in una condizione di bisogno.

Dallo scorso primo gennaio 2018, però, l’ASDI non si può più utilizzare, perché è fra gli ammortizzatori sociali che vengono sostituiti dal REI, il reddito di inclusione. Quindi, per rispondere alla sua domanda: terminati i 24 mesi non può chiedere un semestre aggiuntivo di NASPI.

Se rientra nella platea degli aventi diritto al reddito di inclusione, può chiedere questo nuovo strumento di sostegno al reddito. Le sintetizzo i requisti fondamentali relativi a reddito e patrimonio: ISEE non superiore a 6mila euro, ISRE (indicatore reddituale dell’ISEE) fino a 3mila euro, patrimonio immobiliare fino a 20mila euro (escludendo la prima casa), patrimonio mobiliare fino a 10mila euro (ridotto a 8mila euro per un coppia e a 6mila euro per un single).

Attenzione però: fino al I° luglio 2018, per avere diritto al REI bisogna anche avere determinate caratteristiche del nucleo familiare, altrimenti – pur possedendo i requisiti economici – non c’è il diritto al beneficio. Nella fattispecie, è prevista la presenza in famiglia di un soggetto disoccupato, che però deve avere un’età minima di 55 anni. Quindi, se lei ha almeno 55 anni, potrebbe avere accesso al reddito di inclusione.

Dal primo luglio basteranno i requisiti di reddito. Tenga presente che la normativa relativa al REI (dlgs 147/2017) prevede oltre a un sussidio economico, un piano di reinserimento lavorativo e sociale.