Periodo di prova e patto di non concorrenza

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Cristian chiede

Ho sottoscritto un contratto di lavoro a tempo indeterminato con patto di non concorrenza annesso. Mi sono dimesso durante il periodo di prova. Ha diritto l’ex datore di lavoro a ricevere comunicazione delle mie successive occupazioni per valutare l’eventuale mia inadempienza al patto? In altre parole, il patto di non concorrenza è valido anche in caso di dimissioni nel periodo di prova?

Barbara Weisz risponde

La sua domanda è molto interessante. La mia opinione è che le regole applicabili al patto di concorrenza debbano necessariamente essere messe per iscritto. E’ possibile che le dimissioni durante il periodo di prova sostanzialmente annullino il patto, non comportando quindi alcun obbligo per il lavoratore. Ma non credo che sia un automatismo, la clausola va messa per iscritto nel patto.

Mi pare l’interpretazione più coerente con il dettato legislativo, che nel caso specifico è rappresentato dall’articolo 2125 del codice civile. In base al quale il patto:

con il quale si limita lo svolgimento dell’attività del prestatore di lavoro, per il tempo successivo alla cessazione del contratto, è nullo se non risulta da atto scritto, se non è pattuito un corrispettivo a favore del prestatore di lavoro e se il vincolo non è contenuto entro determinati limiti di oggetto, di tempo e di luogo.

Si tratta di una disposizione che richiede  la forma scritta e la completezza degli elementi oggetto del patto. L’unica indicazione di legge (che si applica sempre, indipendentemente dall’accordo fra le parti) riguarda la durata massima del patto, pari a cinque anni per i dirigenti e tre anni negli altri casi.

Mi pare quindi che le altre eventuali clausole che regolano il patto di concorrenza debbano essere inserite nell’accordo scritto. Se nel suo caso non è stato previsto nulla in merito alla non applicabilità nel caso di dimissioni durante il periodo di prova, credo che l’azienda possa far valere il patto di non concorrenza.

Verifichi anche cosa prevede il suo specifico contratto di lavoro in relazione alle dimissioni durante il periodo di prova.