Pensione quindicenni: requisiti 2017

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Antonio C. chiede

Volevo informazioni sulle categorie di lavoratori con 15 anni di contributi prima del 1992 (legge Amato). Mio padre vi rientrerebbe, ha 64 anni ed è disoccupato di lunga data senza sussidi. Per lui è previsto un anticipo pensionistico oppure rientra nell’APE o c è qualche altra forma di pensione anticipata?

Barbara Weisz risponde

Suo padre rientra fra gli aventi diritto alla pensione quindincenni perché ha versato 15 anni di contributi prima del 1992, requisito previsto dalla legge Amato per l’accesso al beneficio previdenziale. Però deve aspettare di avere l’età per la pensione di vecchiaia per incassare l’assegno, che per il 2017 è pari a 66 anni e sette mesi.

=> Niente pensione anticipata a 64 anni estesa

La legge amato prevede infatti che in alcuni casi sia ancora possibile accedere alla pensione di vecchiaia senza avere 20 anni di contributi, ma avendone versati solo 15, però bisogna comunque maturare il requisito anagrafico per la pensione di vecchiaia. Non si applica alcuna finestra mobile, per cui il trattamento decorre dal primo mese successivo a quello della maturazione del requisito.

=> Pensione quota 96: come si calcola

Ricordiamo brevemente tutte le categorie di lavoratori ammessi nella platea dei quindicenni (in base al dlgs 503/2992): oltre a coloro che hanno perfezionato i 15 anni di contributi entro il 31 dicembre 1992, sono ammessi i lavoratori autorizzati alla prosecuzione volontaria della contribuzione prima del 31 dicembre 1992 (indipendentemente dalla circostanza di aver versato o meno contributi volontari); i lavoratori dipendenti che possono far valere un’anzianità assicurativa di almeno 25 anni e risultano occupati per almeno 10 anni (anche non consecutivi) per periodi di durata inferiore a 52 settimane nell’anno solare (si tratta dei cd. lavoratori e lavoratrici stagionali o con attività lavorative discontinue.