Pensione gravosi: categorie ammesse

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Lia Assunta chiede:

Sono addetta alle pulizie in una ditta metalmeccanica ed ho 59 anni: volevo sapere se faccio parte dei lavori gravosi e, nel caso, quando posso andare in pensione, avendo al momento 33 anni di contributi.

Innanzitutto, le confermo che la sua categoria professionale (addetti alle pulizie) è inserita fra le mansioni gravose. Però, non mi sembra che lei abbia il requisito per accedere a nessuna delle forme di flessibilità in uscita destinata a questa categoria di lavoratori. Gli addetti a mansioni gravose possono utilizzare

  • l’APE Social, che però richiede 63 anni di età
  • la pensione Precoci con almeno 12 mesi di versamenti entro i 19 anni di età.

Da quel che scrive lei non è vicina a nessuno dei requisiti attualmente previsti: le mancano quattro anni di età anagrafica per l’APE Social, sempre che venga prorogata) ed otto anni di versamenti per la Quota 41, che però richiede  un anno di versamenti prima dei 19 anni.

In vista c’è però una riforma pensioni che dovrebbe prevedere nuove misure di flessibilità in uscita, anche per i lavoratori gravosi. Considerata la sua età sembrerebbe più vicina ai requisiti per l’Opzione Donna: 35 anni di contributi e 58 anni età per le dipendenti. Se la misura fosse resa strutturale, facendo bene i calcoli forse maturerebbe entro il 31 dicembre 2022 i requisiti per la pensione anticipata con il ricalcolo contributivo. Ma è ancora tutto da vedere: per le certezze occorre attendere la Legge di Bilancio 2022 oppure i decreti collegati alla Manovra.

Risposta di Barbara Weisz

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Cerca tra quelle pubblicate oppure

Chiedi all'esperto