Pensione contributiva grazie al cumulo

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Francesco D. chiede

Sono nata il 17-12-57, laureata in medicina nel 1981 (ho riscattato i sei anni di laurea con ex Inpdap). Dal 1983 ho iniziato i versamenti annuali Enpam quota A. Dal 16-7-1990 a tutt’oggi sono dirigente medico. Posso usufruire del cumulo gratuito per andare in pensione anticipata a dicembre 2018? Potrei utilizzare il sistema retributivo?

Barbara Weisz risponde

Mi sembra lei possa sommare tutti i periodi contributivi che cita utilizzando il cumulo gratuito. Grazie alle novità introdotte dalla Legge di Stabilità, potrà utilizzarli per raggiungere la pensione anticipata (che nel 2018, per le donne sarà pari a 41 anni e dieci mesi). Per quanto riguarda l’applicazione del sistema retributivo, dipende da quanti contributi lei ha versato prima del 31 dicembre 1995. Se aveva già 18 anni di contributi, mantiene il calcolo retributivo fino al 31 dicembre 2011 (dopo questa data, è stato abolito per tutti).

Se invece non aveva almeno 18 anni di contributi a fine 1995, allora potrà applicare il retributivo solo a quanto versato entro questa data (il 31 dicembre 1995), mentre ai contributi successivi, dal 1996 in poi, si applica il contributivo.

=> Pensioni, il nuovo ricalcolo contributivo

Gli anni che lei somma, utilizzando il cumulo, restano competenza dei periodi a cui si riferiscono i versamenti. Quindi, nel suo caso, i contributi Enpam versati prima del ’95 vanno ad alimentare quelli validi per il retributivo. Faccia i conti e verifichi se al 31 dicembre 2015 aveva o meno 18 anni di contributi versati (sommando quelli delle diverse gestioni). Nel caso, avrà la pensione calcolata con il retributivo fino al 31 dicembre 2011, e con il contributivo per i versamenti effettuati dal 2012 (per effetto della Riforma Fornero).