Pensione con calcolo misto: i requisiti

Risposta di

Redazione PMI.it

scritto il

A.C. chiede

Sono insegnante di scuola superiore nato il 4/10/1954 con 38 anni di contribuzione. Al 31/12/1995 avevo maturato 17 anni di contributi. Poiché ho 2 anni di contribuzione presso l’INARCASSA (non coincidenti), optando per il cumulo gratuito potrei rientrare tra quei lavoratori che avevano già 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995 e quindi, in base alle disposizioni Fornero, hanno la pensione calcolata con il retributivo fino al 2012 e con il contributivo per le quote degli anni seguenti?

Redazione PMI.it risponde

Lei dovrebbe avere il diritto al cumulo proprio in virtù di quanto disposto dalla Legge di Bilancio 2017, che estende questa possibilità agli iscritti alle casse professionali, fra cui l’Inarcassa.

In effetti, la regola generale è che la pensione venga calcolata pro quota in base alle regole delle diverse gestioni. Nel momento in cui lei effettua il riscatto dei versamenti che si riferiscono a periodi antecedenti al dicembre 1995, dovrebbe poterli conteggiare per la relativa anzianità contributiva e l’accesso al calcolo retributivo fino al 2012.

=> Pensioni, il nuovo ricalcolo contributivo

Deve presentare domanda presso il suo attuale istituto previdenziale, dove saranno in grado di darle una risposta più precisa anche sul calcolo della contribuzione.