Pensione anticipata e contributi esteri

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Madeleine chiede

Ho compiuto 63 anni. Ho 37 anni di contributi in Italia e 2 anni e 9 mesi in Francia. Quando potrò andare in pensione con il ricongiungimento delle contribuzioni estere? Potrò accedere alla pensione anticipata?

Barbara Weisz risponde

Potrà andare in pensione quando maturerà il diritto alla pensione di vecchiaia o anticipata, calcolando sia i contributi versati in Italia sia quelli francesi. C’è una convenzione che riconosce il diritto di sommare i contributi versati nei paesi Ue ai fini del diritto a pensione (che si applica anche a Croazia e Svizzera), applicando la totalizzazione. La pensione viene poi calcolata pro rata in base alle regole dei diversi paesi, nel suo caso, Italia e Francia.

Deve stabilire se le conviene maggiormente la pensione di vecchiaia o quella anticipata. Le ricordo brevemente i requisiti: nel 2018, l’età per la pensione di vecchiaia è pari a 66 anni e sette mesi, che diventeranno 67 nel 2019, quando scatteranno i cinque mesi in più di età pensionabile. Per quanto riguarda invece la pensione anticipata, il requisito è pari a 42 anni e dieci mesi fino alla fine di quest’anno, mentre dall’anno prossimo sale a 43 anni e tre mesi.

In linea generale, le mancano circa quattro anni per entrambe le tipologie di pensione. Faccia bene i calcoli, utilizzando anche il simulatore INPS che le consente di valutare le opzioni in base a date e cifre precise.