Pagamento pensione

Risposta di

Greta Rosatelli

scritto il

Michele C. chiede

Potete spiegarmi come avviene il versamento dell’assegno su libretto postale di risparmio ordinario? Chiedo questo perché sul sito web dell’INPS visualizzo la disposizione dei pagamenti ogni primo del mese ma da tre mesi alle Poste non arriva la pensione: secondo l’ufficio i versamenti non risultano arrivati. L’INPS imputa il problema alle Poste e viceversa.

L’INPS mi chiede di riempire un modulo per la remissione dei pagamenti dal momento che gli importi risultano tornati indietro dalle Poste poiché, essendomi trasferito, non mi reco più presso l’ufficio postale del mio paese per riscuotere la pensione. Ma il libretto non è nazionale? E’ davvero necessario un nuovo mandato?

Greta Rosatelli risponde

L’emissione dei pagamenti per prestazioni dell’INPS, in questo caso una pensione, deve essere sempre legata ad uno specifico ufficio postaleo agenzia territoriale di una banca e, comunque, il rapporto finanziario deve essere intestato (o cointestato) al titolare della pensione.

Nel caso in oggetto, nel momento in cui si cambia domicilio o residenza e, quindi, per praticità anche ufficio di riscossione, è necessario compilare un modulo e comunicare all’INPS il cambiamento in maniera tale che l’Istituto stesso provveda ad agganciare tale pagamento con l’ufficio corretto. Ciò si rende necessario per evitare errori e frodi. A questo link si riporta anche il link al sito dell’INPS dove vengono riportati i passaggi da seguire per la variazione dell’ufficio pagatore delle prestazioni pensionistiche.

Consigliamo all’utente, qualora avesse problemi nella compilazione e/o nell’invio del modulo richiesto dall’INPS, di recarsi presso una sede di patronato a lui più comoda per farsi aiutare nella risoluzione dell’inconveniente.

Greta Rosatelli – Esperto fiscalista