Pace fiscale: cartelle e agenti della riscossione ammessi

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Giulia chiede

Chiedo gentilmente se secondo il Vostro parere nella pace fiscale rientreranno anche i debiti che un contribuente ha verso la SOGET.

Barbara Weisz risponde

Se non sbaglio, la Soget gestisce i servizi di riscossione di una serie di enti locali. La pace fiscale allo studio del Governo dovrebbe in effetti riguardare anche una serie di tributi gestiti dai comuni, come ad esempio le infrazioni al codice della strada o la Tari. Per avere certezze, però, bisogna attendere il testo definitivo della norma, perché questo è in effettuino dei punti su cui il dibattito è ancora aperto.

Mi spiego meglio: è certo che la misura di pace fiscale riguarderà i debiti fiscali nei confronti dello Stato, che quindi saranno sanabili con modalità ancora da definire (sconto sulla tassa originariamente dovuta, oppure solo su interessi e sanzioni come previsto dalle rottamazioni degli anni scorsi). Su tutte le altre tipologie di pendenze (diverse dalle tasse dovute all’Agenzia delle Entrate), non ci sono invece certezze.

Sembra molto probabile, in base alle anticipazioni, che si potranno sanare le multe. E si è parlato, come detto, anche di altre tipologie di tributi comunali. Non si esclude l’ipotesi che sia necessario l’accordo degli enti locali: in questo caso, la norma potrebbe consentire ai Comuni di applicare la pace fiscale, e i diversi enti dovranno poi stabilire se applicarla o meno.

In definitiva, la possibilità di sanare i debiti con la Soget dipende dal modo in cui verrà formulata la norma in relazione alla possibilità di sanare le pendenze con i comuni.