Obblighi IVA per chi non emette fattura

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Paola chiede

Quali sono gli obblighi IVA per chi non è tenuto alla fatturazione (es.: associazione culturale)? Come comportarsi con fatture ricevute da prestatori esteri, che non riportano l’imposta?

 

Barbara Weisz risponde

Direi che c’è un principio generale da tener presente: l’obbligo di fatturazione elettronica non impatta in alcun modo sulle regole, già esistenti, relative alla fatturazione e agli obblighi IVA.

Quindi, per rispondere alla sua domanda, gli adempimenti IVA delle associazioni sono analoghi a quelli già previsti negli anni scorsi.

Ci sono casi in cui è obbligatorio avere la Partita IVA, altri in cui basta il codice fiscale. E ci sono regole e agevolazioni specifiche.

Stesso discorso per le fatture provenienti da operatori esteri: non essendoci, per l’associazione a cui lei fa riferimento, obbligo di fatturazione elettronica, non vedo motivo per ritenere che ci siano in questo senso modifiche.

=> Fattura elettronica per operazioni estere

Molto in sintesi, se il committente è europeo l’IVA si paga con inversione contabile (reverse charge), se invece ‘ extraeuropeo deve fare autofattura.

Il riferimento normativo fondamentale resta il testo unico delle imposte sull’IVA, legge 633/1972.