Medici: cumulo per la pensione anticipata

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Calogero chiede

Vorrei sapere se  i contributi di Quota A versati all’ENPAM possono essere cumulati con i contributi versati all’INPS (quale medico ospedaliero) per ottenere la pensione anticipata (42 anni e 10 mesi di contribuzione entro il 31/12/2018). Ad oggi mi risultano scoperti dalla contribuzione INPS solo 19 mesi, per i quali vorrei cumulare la quota A ENPAM. E’ possibile?

Barbara Weisz risponde

Direi proprio di sì, l’estensione del cumulo gratuito anche agli iscritti alle casse professionali previsto dalla Legge di Stabilità 2017 va proprio incontro a situazione come la sua. Consente di cumulare i contributi versati a diverse gestioni previdenziali per raggiungere il requisito per la pensione, che verrà poi calcolata pro quota in base alle regole dei diversi enti interessati. Tutti i dettagli sul modo di utilizzare questa opzione sono contenuti nella circolare INPS 140/2017.

Tenga presente che il cumulo consente di valorizzare solo i contributi non coincidenti. Nel suo caso, quindi, lei può sicuramente utilizzarlo per coprire i 19 mesi scoperti dall’INPS.

Se però ha anche altri contributi versati all’ENPAM il discorso cambia. La norma prevede che il cumulo debba riguardare tutti i contributi versati nelle diverse gestione: quindi lei non può estrapolare dalla sua contribuzione ENPAM solo i 19 mesi che le servono per integrare i versamenti INPS.

Valuti quindi la possibilità di ricorrere, invece che al cumulo, alla totalizzazione dei contributo, che consente di calcolare la pensione in base a tutti i contributi versati, anche se coincidenti. Ai fini del raggiungimento del diritto, i contributi in totalizzazione vengono conteggiati una sola volta, ma per il calcolo invece ogni ente pro quota so basa su tutti i contributi versati. Per maggior sicurezza, chieda all’ENPAM cosa succede dei periodi di contribuzione coincidente nel caso di esercizio del cumulo.