Mancata mensilità RdC: cosa fare?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Francesco chiede

La mia domanda di RdC è stata accolta a Gennaio e ho ricevuto la carta con la prima mensilità il 15 Febbraio. A Marzo non c’è stata l’elaborazione della mensilità e di conseguenza neanche l’accredito. Il mio ISEE non presenta difformità e la mia situazione reddituale, residenziale e del nucleo familiare non è cambiata. Come mi devo comportare se a fine Aprile non ricevo l’arretrato di Marzo e la mensilità di Aprile?

Barbara Weisz risponde

Il Reddito di Cittadinanza viene accreditato tutti i mesi, senza bisogno di ulteriori passaggi da parte del ricevente. Una possibile causa di mancata erogazione potrebbe essere la sospensione del beneficio dovuto al non aggiornamento ISEE.

Mi spiego meglio: se la sua domanda di RdC accolta in gennaio era stata presentata a dicembre e si basava sull’ISEE 2020, per continuare a ricevere il sussidio anche per il 2021 lei avrebbe dovuto rinnovare l’indicatore presentando una DSU per ottenere un ISEE valido fino a fine anno. Per rimediare alla sospensione, deve solo presentare un nuovo ISEE valido. Se però aveva presentato domanda in gennaio, allora il suo ISEE è già valido per tutto il 2021, e in questo caso l’intoppo è da ricondurre a una diversa motivazione.

=> Rinnovo e domanda RdC: istruzioni caso per caso

La mancata erogazione del sussidio potrebbe essere anche dovuto ad un ricalcolo in negativo della somma spettante. Non soltanto per motivi ISEE ma anche a causa del mancato utilizzo della somma caricata sulla RdC card il mese precedente: l’ammontare di beneficio non speso o non prelevato, ad eccezione degli arretrati, è sottratto – nei limiti del 20% del beneficio erogato – nella mensilità successiva a quella in cui il beneficio non è stato interamente speso.

Tuttavia non sembra questo il suo caso, avendo lei appena avuto la card. L’unica strada è chiedere delucidazioni contattando l’INPS tramite i consueti canali, compresi i servizi web del sito dell’Istituto di Previdenza.