Malore sul lavoro: quando decorre la malattia?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Enza chiede

A fine giornata lavorativa (trenta minuti prima) ho lasciato in ambulanza la sede di lavoro a causa di un malore, con ricovero fino al giorno dopo. Il dirigente scolastico chiede la domanda di malattia a partire dal giorno del ricovero. Devo effettivamente presentare domanda di malattia per tutti e due giorni, pur avendo lavorato nel primo quasi per intero? Potete darmi dei riferimenti normativi da poter esibire alla direzione scolastica?

Barbara Weisz risponde

Non credo che lei debba presentare alcuna domanda, in realtà, perché in caso di ricovero la struttura ospedaliera procede direttamente all’invio delle comunicazioni necessarie. E con la digitalizzazione, il datore di lavoro è in grado di accedere direttamente al suo certificato di malattia, emesso telematicamente dall’ospedale presso il quale è ricoverato, senza che lei debba fare nulla.

Il lavoratore è comunque tenuto ad avvisare il datore di lavoro della propria assenza, entro l’inizio dell’orario di lavoro, ma nel su caso evidentemente questo non è necessario visto che il malore è intervenuto nel corso della giornata lavorativa, e l’ambulanza è arrivata al suo posto di lavoro.

Quanto alla richiesta relativa alla data da cui parte la malattia, in effetti credo che il suo datore di lavoro abbia ragione. La giornata in cui lei ha avuto il malore, pur essendo in parte stata lavorata, è considerata la prima giornata di malattia.

Un utile riferimento di prassi è la circolare INPS 117/2011, che contiene proprio le istruzioni per datori di lavoro e dipendenti per la trasmissione dei certificati di malattia.