Lavori gravosi: età pensionabile dal 2019

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Giustino chiede

Vorrei chiedere a quale età il personale viaggiante autoferrotranvieri va in pensione di vecchiaia, visto il decreto che blocca l’aspettativa di vita a 61,7 mesi.

Gli autoferrotranvieri (personale viaggiante), infatti, vanno in pensione 5 anni prima del regime obbligatorio, che mi pare sia a 67 anni. Si può quindi andare in pensione con 61,7 mesi nel 2019 come lavoratore gravoso?

Barbara Weisz risponde

Temo che la sua interpretazione non sia corretta. Faccia naturalmente anche altre verifiche, ma direi che l’età per la pensione di vecchiaia del personale viaggiante delle ferrovie, in virtù dei cinque anni di anticipo, è pari a 62 anni.

Il riferimento legislativo è il Dpr 157/2013, articolo 4, in base al quale il diritto a pensione di questa categoria di lavoratori è ridotto di cinque anni rispetto a quello previsto dal regime generale obbligatorio.

=> Gravosi e usuranti: scatti pensione e finestre

E’ vero che, come lei sottolinea, nel 2019 è entrata in vigore un’agevolazione previdenziale per le mansioni gravose che abbassa l’età per la pensione di vecchiaia a 66 anni e sette mesi. Ma non credo che questo possa essere preso come termine di riferimento per scalare i cinque anni di anticipo previsti per il personale viaggiante: in pratica, sarebbe come applicare una doppia agevolazione alla stessa categoria di lavoratori.

Il diritto a pensione in questo caso direi che matura con cinque anni di anticipo rispetto al requisito generale previsto, che è pari a 67 anni. Quindi, il personale viaggiante delle ferrovie può ritirarsi con 62 anni di età e 20 anni di contributi.