Lavorare in mobilità: salvaguardia e pensione a rischio?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Utente di PMI chiede

Sono in mobilità (fino a marzo 2018) ma la mia ditta potrebbe farmi un altro contratto fino alla pensione (stimata 01-11-2017). Questo potrebbe “interferire” con l’accesso alla pensione o salvaguardia? Posso rimanere in regime di mobilità se il periodo (6 mesi) non fosse sufficiente all’accesso alla pensione?

Barbara Weisz risponde

L’accettazione del lavoro può interferire con il diritto all’ottava salvaguardia esodati: la norma (comma 214, lettera a) contempla eventuali periodi di sospensione della mobilità per contratto a tempo determinato, mantenendo l’iscrizione alle liste di mobilità, solo se intervenuti prima dell’entrata in vigore della Legge di Stabilità (31 dicembre 2016).

=> Ottava salvaguardia per esodati in mobilità

Lei deve verificare con certezza la data di accesso alla pensione senza salvaguardia (con le attuali regole, non quelle pre Fornero): se scatta da novembre 2017 e la mobilità termina a marzo 2018, potrà accettare il nuovo contratto.