Green Pass vaccinale con vaccino all’estero

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Bruno chiede

Sono residente in Italia ma vivo a Barcellona, dove mi hanno vaccinato con le due dosi Pfizer. A metà giugno rientrerò in Italia. Non riesco a mettermi in contatto con la mia Asl (in Liguria) per essere inserito nei database per la Green Card, posso utilizzare la certificazione rilasciatami dall’autorità sanitaria spagnola?

Barbara Weisz risponde

La green card europea sarà attiva dal primo luglio e sulla piattaforma UE interoperabile viaggeranno le certificazioni rilasciate dai vari Paesi, se conformi alle direttive europee. Tenga presente che al momento neppure quella italiana è in grado di essere validata perché non è ancora in vigore (parliamo della green card digitale), al momento vengono rilasciati semplici attestati che hanno comunque valore se redatti in conformità con le regole UE.

La Certificazione Verde Covi-19 italiana vera e propria entrerà in vigore dopo la metà di giugno, e solo allora sarà interoperabile su gateway europeo (e scaricabile utilizzando le app IO oppure Immuni). Trova link e chiarimenti sul portale del ministero degli Esteri. A luglio entrerà poi in vigore il Certificato Digitale UE, che unificherà i vari sistemi rilasciando certificati di valore internazionale, senza che sia quindi più necessario, per rientrare dai paesi comunitari, fare un tampone entro le 48 ore precedenti l’ingresso in Italia.

In realtà, c’è un aggiornamento dello scorso 31 maggio delle raccomandazione della Commissione Ue, che prevede la possibilità di esentare  dagli obblighi di tampone e quarantena le persone che hanno completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni. Gli Stati membri dovrebbero accettare la certificazione di avvenuta vaccinazione, anche prima dell’entrata in vigore del Certificato vaccinale UE. Ma l’Italia, stando a quanto riferisce il sito della Farnesina, continua nel frattempo a richiedere il tampone entro le ultime 48 ore.

Quindi, per essere sicuro di non avere problemi all’ingresso nel Paese, fino a luglio dovrà fare il tampone. Soltanto dopo, la sua certificazione spagnola risulterà anche sulla piattaforma UE, così che non sarà più necessario il tampone.