Green Pass: nuove regole per guariti dal Covid

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Franco chiede

Io e mia moglie abbiamo avuto il Covid a novembre 2020 e abbiamo ricevuto una dose di vaccino Astrazeneca a maggio 2021, con relativo rilascio del Green Pass con validità 12 mesi. Siamo regolarmente coperti da questa Certificazione Verde “normale” per svolgere le normali attività e recarci in tutti i luoghi chiusi sino alla durata dello stesso (12 o 9 mesi) senza dover fare il richiamo o siamo obbligati a fare la dose booster per ottenere il Super Green Pass.

Barbara Weisz risponde

In base alle novità introdotte dal decreto 172/2021, per avere il Super Green Pass non è necessario aver fatto la  terza dose o il richiamo booster, basta essere vaccinati o guariti. La validità di nove mesi si applica a tutti i Certificati Verdi in corso di validità al 15 dicembre o rilasciati a partire da quella data. Fino a quel giorno, i green pass rilasciati per vaccino continueranno a valere 12 mesi. Chi ha terminato il ciclo vaccinale prima del 15 marzo, per avere un “Green Pass rafforzato” o una Certificazione comunque valida, dal 15 dicembre deve fare la terza dose.

Nel vostro caso il ciclo vaccinale è stato completato in maggio, quindi il vostro Green Pass scade in febbraio e, considerando che il Super Green Pass in zona bianca è previsto dal 6 dicembre al 15 gennaio, direi che non avete bisogno della dose aggiuntiva per ottenerlo, anche potete ottenerla.

Non è nemmeno necessario scaricare nuovamente la vostra attuale certificazione: il QR Code code viene letto automaticamente, con la nuova data di scadenza, dalle app di verifica utilizzate da chi effettua i controlli.

La differenza fra il Green Pass semplice e il Super Green Pass è determinata dal motivo per cui è stato rilasciato il certificato. Per avvenuta vaccinazione o per guarigione dal Covid vale come sempre, mentre se è stato rilasciato a seguito di un tampone con validità ridotta (48 o 72 ore), allora viene considerato come pass semplice e non rafforzato.