Green Pass dopo booster e guarigione: quale validità?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Alessandra chiede

Dopo aver effettuato la terza dose a dicembre ed aver ottenuto il Super Green Pass (che diventa ora a scadenza indefinita), ho contratto a gennaio il virus Covid-19 e poi ottenuto un nuovo Green Pass da guarigione, con scadenza 6 mesi, quindi luglio 2022: quale devo utilizzare per i controlli e, soprattutto, quale sarà la sua durata con le nuove regole?

Barbara Weisz risponde

Sostanzialmente lei ha un Green Pass senza scadenza. La regola è la seguente: chi contrae il Coronavirus dopo aver completato il ciclo vaccinale è equiparato a chi ha fatto tre dosi di vaccino, pertanto ha un Super Green Pass con validità illimitata.

Lo prevede il decreto approvato in Consiglio dei Ministri il 2 febbraio, in base al quale:

al regime di chi si è sottoposto alla terza dose è equiparato chi ha contratto il COVID ed è guarito dopo il completamento del ciclo vaccinale primario.

=> Durata Green Pass indefinita dopo il booster

A maggior ragione, si deve ritenere che resti senza scadenza la Certificazione dei guariti dopo il booster: non avrebbe senso una restrizione in più a fronte di una maggiore copertura vaccinale.

Lei potrà mostrare il Green Pass da terza dose o quello da guarito dopo il booster: non vi è differenza perché entrambi saranno comunque sempre validi e senza scadenza.

Se, e quando, verrà inserita nella campagna vaccinale anti Covid una eventuale quarta dose, e pertanto se dovesse essere previsto un nuovo termine di validità per i Green Pass da richiamo (a fronte del perdurare di un obbligo di Green Pass, ancora da stabilire), con ogni probabilità la data della sua guarigione sarà quella a partire dalla quale si calcolerà la durata del Green Pass (più favorevole nel suo caso, rispetto alla data della terza somministrazione).