Figlio maggiorenne a carico: quali detrazioni nel 730?

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Lucia chiede:

Non ho capito se ci sarà ancora la possibilità di ottenere la detrazione per figli a carico (maggiorenne e senza alcuna entrata), così com’era previsto nel punto 22 del Modello 730 degli anni scorsi.

Se il figlio maggiorenne non ha diritto a rientrare nella platea dell’Assegno unico, non ci sono cambiamenti nell’utilizzo delle detrazioni precedentemente spettanti.

Se invece suo figlio ha meno di 21 anni e rientra nelle categorie degli ammessi al nuovo sussidio (studenti di un corso di formazione scolastica o professionale, corso di laurea, tirocinio o attività lavorativa e reddito complessivo inferiore a 8mila euro annui; giovane registrato come disoccupato e in cerca di un lavoro presso i servizi pubblici per l’impiego; giovane che sta solvendo il servizio civile universale), lei non può più utilizzare la “detrazione per i figli a carico” prevista dall’articolo 12 del TUIR – Testo unico imposte sui redditi (né quella per “altri familiari a carico“).

Restano invece sempre detraibili in dichiarazione dei redditi le consuete spese (mediche, sportive, di istruzione…) nei casi spettanti.

In pratica, l’Assegno unico sostituisce la “detrazione per i figli a carico” ma, se non c’è il diritto all’Assegno, resta la precedente detrazione. Pertanto, deve prima verificare la sussistenza o meno dei requisiti per l’Assegno unico e così potrà capire come dovrà comportarsi in sede di compilazione del 730 al momento di presentare la dichiarazione dei redditi.

Risposta di Barbara Weisz

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Cerca tra quelle pubblicate oppure

Chiedi all'esperto