DURC per autonomi in Gestione Separata

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Vittorio chiede

Sono un lavoratore autonomo nel campo della consulenza e della formazione alle aziende, iscritto alla gestione Separata INPS dal 2004. Con le nuove disposizioni attinenti la sicurezza sul lavoro, mi è stato chiesto da un cliente (per il quale dovrò presenziare ad una fiera) di presentare il DURC. Come devo certificare che i miei versamenti INPS sono in regola? Con richiesta all’INPS o condividendo dichiarazione dei redditi/F24?

Barbara Weisz risponde

La procedura è interamente telematica, si può chiedere il DURC online all’INPS, all’INAIL o alla cassa edile. In tutti i casi, il servizio è accessibile tramite credenziali. Il Documento unico di regolarità contributiva attesta la regolarità dei versamenti sia all’INPS sia all’INAIL, quindi basta fare una sola richiesta per ottenere un DURC, che sarà valido per 120 giorni.

=> DURC per ditte individuali

Dopo aver effettuato l’accesso, dovrà fornire pochi dati (codice fiscale e indirizzo di posta elettronica certificata), e nel momento in cui viene verificata la regolarità contributiva il documento dovrebbe essere emesso in tempo reale, in formato PDF. Contiene anche l’indicazione relativa al periodo di validità.

Nel caso in cui la verifica faccia emergere delle criticità, le arriveranno richieste di documentazione o di mettersi in regola tramite l’indirizzo di posta elettronica che lei avrà indicato. Può anche delegare la pratica a un intermediario.

I riferimenti di prassi sono le circolari INPS 126/2015 e INAIL 61/2015.