Precoci: pensioni anticipate a confronto

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Luca chiede

Sono nato il 1-10-63. Dal 1978 ho versato contributi. Vorrei conoscere il percorso e la strada per la mia pensione con “traguardo più vicino”

Barbara Weisz risponde

Mi pare che per lei il traguardo più vicino sia la pensione anticipata, che nel 2021 richiederà 43 anni e sei mesi.

Tenga presente che questa stima incamera gli scatti alle aspettative di vita futuri.

Lei avrà diritto all’intera pensione calcolata con il sistema retributivo, perché ha versato più di 18 anni di contributi prima del 31 dicembre 1996.

In realtà è anche un lavoratore precoce perché, quando ha compiuto 19 anni, aveva già versato un anno di contributi. I precoci possono andare in pensione con 41 anni di contributi (41 anni e cinque mesi nel 2019).

=> Precoci: requisiti pensione 2018

Però, per avere diritto a questa agevolazione, devono anche far parte di una delle seguenti categorie (sono le stesse previste per il diritto all’APE social): disoccupati che hanno terminato di percepire il sussidio di disoccupazione da almeno tre mesi, caregiver di parenti o affini di secondo grado da almeno sei mesi, lavoratori con disabilità pari ad almeno il 74%,  addetti a mansioni gravose (sono 15 attività elencate nell’allegato A alla legge 232/2016).