Disoccupati e indennità Covid-19

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Vanessa chiede

Come disoccupata posso fare domanda per l’indennità Covid-19?

Barbara Weisz risponde

La disoccupazione non è certamente un ostacolo, però deve possedere tutti i requisiti previsti, che in effetti prevedono un serie di regole sull’incompatibilità di determinate tipologie di sussidi, come il reddito di cittadinanza.

Quindi la discriminante, per stabilire il diritto all’indennizzo da 600 euro per l’emergenza Coronavirus, è l’eventuale percezione di un sussidio, non la condizione di disoccupazione, che di per se stessa, lo ripeto, non ostacola il diritto all’indennizzo.

Se lei prende il reddito di cittadinanza, non può chiedere l’indennizzo, perché in questo caso c’è sempre incompatibilità.

Ci sono poi regole diverse a seconda delle tipologie di aventi diritto.

  • L’indennità  a favore dei liberi professionisti titolari di partita IVA e dei lavoratori con contratto di collaborazione coordinata e continuativa (articolo 27 dl 18/2020), è compatibile e cumulabile con l’indennità di disoccupazione DIS-COLL: è però necessario che lei non sia iscritta da altre forme di previdenza obbligatoria diverse dalla gestione separata INPS, e che non sia titolar di pensione.
  • Le indennità a favore dei lavoratori stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali (articolo 29 dello stesso Cura Italia), e dei lavoratori dello spettacolo (articolo 38), sono compatibili e cumulabili con l’indennità di disoccupazione NASpI: per il settore turismo la cessazione del rapporto di lavoro, involontaria, deve essere avvenuta tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020. Questo paletto non è invece richiesto ai lavoratori dello spettacolo, che però devono essere iscritti al relativo Fondo pensioni di categoria gestito dall’INPS, avere almeno 30 contributi giornalieri versati nel 2019, e un reddito 2019 non superiore a 50mila euro.

Nella domanda lei non specifica a  quale categoria di aventi diritto appartiene. In ogni caso, se ricade in un delle situazioni sopra descritte ha diritto all’indennità. E, in generale, se ha tutti i requisiti previsti dalla norma, ha accesso al bonus a meno che non intervengano i paletti sopra descritti relativi alla percezione di rdc o altri sussidi. Le diverse indennità Covid 19 non sono cumulabili fra loro.

Un utile riferimento di prassi è la circolare INPS 49/2020.