Pensione Disabili, quali agevolazioni?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Giuseppa chiede

Sono disabile al 100%, invalida civile con accompagnamento e situazione di gravità art.3 L .104. Lavoro dal 1981 ma al CAF mi hanno detto che per la pensione devo avere 67 anni (ne ho 59). Posso usufruire di qualcosa? Opzione donna o altro tipo di pensione?

Barbara Weisz risponde

Ci sono diverse agevolazioni previdenziali previste peri lavoratori con disabilità a cui credo che lei possa avere diritto, oltre a quelle universalmente note in materia di diritto al lavoro.

Credo ad esempio che lei abbia già il requisito per andare in pensione di vecchiaia utilizzando il Dlgs 503/1992, che consente ai lavoratori con disabilità pari almeno all’80% e 20 anni di contributi di andare in pensione con 60 anni se uomini e 55 anni se donne a cui bisogna aggiungere gli adeguamenti alle stime di vita: il requisito 2018 per le donne è di 55 anni e sette mesi. Prevede comunque 12 mesi di finestra mobile per la liquidazione della prestazione.

C’è anche un’altra agevolazione previdenziale a favore dei lavoratori con disabilità pari ad almeno il 74% che prevede due mesi di contribuzione figurativa ogni 12 mesi di lavoro (articolo 80, comma 3, legge 388/2000), fino a un massimo di cinque anni. Il beneficio consente quindi di ritirarsi con cinque anni di anticipo su pensione di vecchiaia o pensione anticipata.

Infine, i lavoratori disabili al 100% hanno diritto all’assegno ordinario di invalidità, una prestazione economica che viene rinnovata per tre anni e viene calcolata in base ai contributi versati. Il riferimento normativo è la legge 222/1984.

Non può però esercitare l’Opzione Donna, che è una forma di pensione anticipata riservata alle lavoratrici in possesso di determinati requisiti anagrafici e contributivi, indipendentemente dallo stato di disabilità.