Precari: sussidi e pensione

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Carmela chiede

Con 40 anni contributi versati – 24 come dipendente Francia/Italia e 16 in gestione separata (cococo, cocopro e partita IVA) – .a breve mi ritroverò senza lavoro e senza ancor diritto alla pensione anticipata con cumulo gratuito. Posso ottenere un’indennità di disoccupazione?

Barbara Weisz risponde

Se lavora come collaboratrice (cococo o cocopro), ha diritto alla Dis-coll, che è un’indennità di disoccupazione che spetta appunto ai lavoratori parasubordinati. Non spetta però a titolari di partita IVA, quindi ne ha diritto solo nel caso in cui ricada nelle categorie previste. Questo sussidio può durare al massimo sei mesi ed è pari i al 75% del reddito medio mensile, come sopra determinato, quando detto reddito è inferiore a 1.195 euro.

Se invece il suo compenso mensile è più alto, si aggiunge anche il 25% della differenza fra quanto guadagna e 1195. La Dis-Coll non può comunque superare i 1300 euro al mese. Tenga presente che, però, questo ammortizzatore sociale non comporta il pagamento dei contributivi figurativi, per cui lei non aumenta il montante contributivo e, soprattutto, non si avvicina alla pensione anticipata (che mi pare sia il suo obiettivo).

Secondo me la cosa migliore da fare è quella di versare i contributivi volontari: l’autorizzazione è prevista nei casi di perdita del lavoro, e in questo modo lei verserebbe da sola i contributi che le mancano al raggiungimento del requisito previdenziale. verifichi anche se non ha la possibilità di riscattare periodi arretrati (ad esempio, la laurea): è un’operazione costosa, ma potrebbe comunque essere utile a raggiungere il suo obiettivo.