Dimissioni per la pensione

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Roberta S. chiede

A dicembre 2017 andrò in pensione dopo trent’anni di attività presso una fondazione privata (contratto di Federculture). Entro quando presentare la lettera di dimissioni Secondo un patronato quando voglio, secondo la mia Amministrazione sei mesi prima della messa a riposo.

Barbara Weisz risponde

Credo che abbia ragione il patronato, anche se la cosa migliore sembra chiedere a Federculture o a una delle sigle sindacale firmatarie del contratto. In ogni caso, l’articolo 70 del CCNL di Federculture, che regolamenta le dimissioni volontarie, prevede che se la causale è il raggiungimento dell’età per la pensione di vecchiaia, non è richiesto preavviso. Lei può invece esercitare, eventualmente, l’opzione per il proseguimento del rapporto di lavoro, se è prevista.

=> Preavviso dimissioni: decorrenza e trattenute

Attenzione, però: pur non dovendo dare il preavviso all’azienda, lei deve comunque effettuare la procedura online di dimissioni telematiche sul portale Cliclavoro del Ministero. Compilando il modulo, deve inserire come data di cessazione l’ultimo giorno di lavoro, che è il giorno precedente a quello indicato nella sezione del modulo “Data di decorrenza delle dimissioni /risoluzione consensuale” .

Colgo l’occasione per sottolineare una serie di elementi relativi alle procedure di dimissioni. Il Jobs Act ha introdotto, dal 12 marzo del 2016, l’obbligo di presentare sempre le dimissioni utilizzando la procedura online del portale Cliclavoro (si accede con PIN dispositivo INPS oppure con le credenziali SPID).

=> Dimissioni online tramite SPID

Questa è una norma di legge, quindi vale per tutti i lavoratori del privato, indipendentemente dal contratto di categoria applicato. Per quanto riguarda invece il preavviso, ogni lavoratore deve fare riferimento al contratto collettivo di lavoro applicato.