Decorrenza minima APE Volontario

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Sergio chiede

L’erogazione dell’anticipo APE Volontaria deve durare almeno sei mesi. Dalla data di richiesta del requisito o a partir da quando?

 

Barbara Weisz risponde

La durata minima di sei mesi, per avere diritto all’APE Volontaria, si calcola in base alla decorrenza del beneficio previdenziale. Quindi, se lei ha chiesto degli arretrati, deve calcolare il periodo che intercorre tra la prima mensilità a cui ha chiesto l’anticipo fino alla data di maturazione della pensione di vecchiaia.

Se ad esempio matura la pensione a settembre 2018, deve chiedere l’APE con decorrenza non successiva a marzo 2018 (a patto di averne tutti i requisiti, ovviamente). In questo modo, fruirebbe dell’anticipo pensionistico per sei mesi esatti.

La decorrenza del trattamento è legata alla specifica richiesta che si avanza nella domanda definitiva: ovviamente, non si può chiedere un trattamento in data anteriore alla prima data utile indicata nella risposta INPS (perché vorrebbe dire non averne il diritto), ma teoricamente si potrebbe chiedere in data successiva: questo però comporterebbe il ricalcolo dei sei mesi minimi di durata: in questo caso, spetta dunque a lei verificare – qualora volesse posticipare il finanziamento – che sussistano i sei mesi minimi tra l’inizio del prestito (decorrenza) e la sua interruzione (per raggiunto diritto alla pensione).

Trova tutti i dettagli sulla procedura nella circolare INPS 28/2018.